BACK
Team

Mimì e la scatola dei ricordi

Un giorno Mimì dovendo affrontare un trasloco a breve, si trovava in un dilemma: cosa fare dei vestiti che non poteva più indossare, o perché la moda del momento era passata o perché non le stavano più? Avrebbe dovuto riporli in un baule?

Quel suo grande cappotto rosso dal taglio orientale, lo aveva indossato per il matrimonio di suo cugino in un inverno che non era mai stato freddo perché il cappotto aveva scaldato anche il ricordo.  

Il suo vestito bianco, con i fiori ricamati sulle maniche che adorava indossare con i tacchi alti fucsia in una primavera che, era stata piena di colori e di nuove esperienze.

Che fine avrebbero fatto tutto ciò? Spesso i nostri abiti, infatti, non sono semplici oggetti. Sono lo specchio dei nostri ricordi divertenti, i ricordi d’amore, di colloqui andati bene, e di incontri fortunati.  

Così Mimì, pensava nel suo ufficio davanti ad uno scatolone pieno.

Un pomeriggio allora, invece di buttarli, alcuni li appese su uno stendino e altri li lasciò nella scatola, e proprio nel mezzo dell’azienda si sentì un grido: “ragazze! Ho portato qualcosa..”, non ha avuto nemmeno il tempo di finire la frase che tutti erano arrivati.

Io ero già allo specchio a provare il cappotto rosso, immaginavo di essere appena arrivata dall’oriente. Com’ero elegante!

Claudia invece che adora il rosa acceso era già immersa in un vestito da cerimonia che ricordava i petali di un fiore, uno spolverino, una gonna e poi… Sofia come una ballerina di danza classica volteggiava con un abito a veli.

Improvvisamente una miriade t-shirt, volava fuori da uno scatolone che Mimì aveva preparato.

Tutti quei colori avrebbero fatto innamorare anche chi di moda non se ne intende.

E allora, passò Giuseppe, che non potendo resistere alla vista dei nostri sorrisi, ha voluto moltiplicarli iniziando a dare il via ad un gioco. Una vendita per le t-shirt di Moschino e di Chiara Ferragni, di Balmain, blu, bianco, oro, rosso… Guardavo la scatola e poi guardavo Mimì che tirava fuori tutto.

La scatola sembrava letteralmente non avere un fondo!

Quel giorno ognuna di noi ha portato con sé a casa qualcosa… una parte del cuore di Mìmì.

E così un semplice pomeriggio si è trasformato in una sfilata magica.

I ricordi di Mimì non solo hanno ripreso vita, ma sembra che ne abbiano acquistata una nuova, attraverso di noi, che li indossiamo nuovamente creando nuovi ricordi.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.